ATTENZIONE!!!SI STA NAVIGANDO UNA VECCHIA VERSIONE DEL SITO
CLICCARE QUI PER LA VERSIONE ATTUALE DEL BOLLETTINO D'ATENEO
Notizie
Ateneo

"Presto un coordinamento per la sicurezza in Ateneo"

Risposta del Rettore alla nota della Flc-Cgil sulla vicenda della facoltà di Farmacia

 
 
01 dicembre 2017

Il rettore Antonino Recca ha risposto questo pomeriggio ad una nota trasmessa dalla Flc-Cgil sui problemi della sicurezza degli edifici universitari (in allegato), dopo la vicenda che ha riguardato il sequestro dell'edificio 2 della Cittadella universitaria.

"Il prossimo Consiglio di amministrazione, programmato per il 21 novembre - ha scritto il rettore - sarà chiamato a pronunciarsi in ordine al conferimento di uno specifico incarico di coordinamento di tutte le iniziative dell'Ateneo in materia di sicurezza e, in particolare, di quelle che si renderanno necessarie con riferimento alla vicenda che concerne l'edificio 2 (già 12) della cittadella universitaria. Il coordinatore, che sarà individuato tra i docenti dell'Ateneo specialisti della materia, svolgerà, con la piena fiducia degli organi di governo, un'attenta e costante azione di impulso e di verifica, al fine di rendere ancora più vigile - in un momento così delicato - l'agire di questa amministrazione nell'ambito delle problematiche connesse alla salute ed alla sicurezza di tutti coloro che operano, a vario titolo, all'interno del nostro Ateneo: docenti, personale tecnico-amministrativo, collaboratori precari e studenti".

Sarà cura dell'amministrazione, inoltre - prosegue la missiva del rettore - provvedere agli opportuni controlli delle zone circostanti l'edificio 2 e dei relativi insediamenti, ove - allo stato - non risultano tuttavia situazioni che destino particolare preoccupazione.

"Nella stessa seduta del Consiglio di amministrazione - conclude il prof. Recca - verrà affidato l'incarico legale a tutela degli interessi di questa Università, che è parte offesa nell'ambito del procedimento giudiziario in corso concernente l'edificio 2 sottoposto a sequestro; ciò, agendo sempre in assoluta collaborazione con la magistratura, nel cui operato questo Ateneo ripone totale fiducia. E' mia ferma intenzione mantenere un costante dialogo con la comunità accademica, con le forze sociali e con la collettività tutta, al fine di assicurare l'informazione necessaria su quanto accaduto e sulle iniziative dell'Ateneo a tutela della salute e della sicurezza. Tutto ciò, com'è ovvio, nel pieno rispetto dei limiti che derivano dalle esigenze di riservatezza connesse all'indagine in corso".


Links correlati