ATTENZIONE!!!SI STA NAVIGANDO UNA VECCHIA VERSIONE DEL SITO
CLICCARE QUI PER LA VERSIONE ATTUALE DEL BOLLETTINO D'ATENEO
Notizie
Ateneo

"Il tuo 5 x 1000 vale una laurea"

Borse di studio e assegni per i giovani ricercatori, al via la campagna per il 5x1000 dell'UniversitÓ di Catania - Procedura semplificata per i dipendenti dell'Ateneo


 
 
29 aprile 2008
riunione 5 x 1000 2.jpg

Procedura semplificata per i dipendenti dell'Ateneo

"Chiediamo alla nostra comunitÓ territoriale di sostenere il serio impegno dell'UniversitÓ di Catania a favore del diritto allo studio e dei servizi agli studenti e della crescita dei giovani ricercatori, attraverso uno strumento semplice e gratuito come la destinazione del 5 x 1000 sull'imponibile Irpef". E' questo l'appello che ha lanciato lunedý pomeriggio il rettore dell'Ateneo catanese, Antonino Recca, rivolgendosi ai numerosi rappresentanti degli studenti che hanno preso parte ad una riunione operativa nell'aula magna del Palazzo centrale.

A fianco del rettore, erano presenti il pro-rettore Antonio Pioletti, il direttore amministrativo Federico Portoghese, il presidente della Consulta studentesca Antonio Rosella e molti presidi di facoltÓ. "I fondi che le famiglie degli studenti, ma anche il personale docente e tecnico amministrativo e tutti quanti hanno a cuore il destino della formazione dei giovani e della ricerca, vorranno assegnare all'Ateneo firmando la propria dichiarazione o il Cud - ha ribadito il rettore - saranno dedicati in modo esclusivo e trasparente all'attivazione di borse di studio, di assegni di ricerca e di nuovi posti di ricercatore per i giovani studenti e laureati dell'UniversitÓ di Catania". In pi¨, ha aggiunto il prof. Recca, l'UniversitÓ etnea si impegna a raddoppiare i fondi complessivamente a disposizione di questi capitoli, cofinanziandoli con una cifra pari agli introiti che proverranno dal cinque per mille.


riunione 5 x 1000 1.jpg

Un modo concreto, insomma, per aumentare le entrate dell'amministrazione universitaria e metterle al servizio diretto degli studenti, senza dover ricorrere all'aumento delle tasse, pur con le gravi difficoltÓ derivanti dalla diminuzione delle risorse statali. "Un'iniziativa di grande valore sociale - ha aggiunto il prof. Pioletti -, e, al tempo stesso, un investimento da parte dei cittadini sulla cultura e sulla formazione, realizzato con criteri di assoluta trasparenza. Saranno gli stessi studenti, infatti, a vigilare sull'effettivo utilizzo dei fondi, attraverso la loro Consulta e i rappresentanti negli organi di governo dell'Ateneo". Dagli studenti che hanno preso parte al dibattito Ŕ giunto un sostanziale apprezzamento per questa iniziativa, insieme ad alcune proposte per rendere ancora pi¨ efficace il coinvolgimento degli iscritti alle facoltÓ catanesi - attraverso banchetti informativi nei vari spazi universitari - e delle loro famiglie.


A4 5x1000.jpg

La tua firma X l'UniversitÓ di Catania

Con una semplice firma, e in maniera assolutamente gratuita, si pu˛ destinare il cinque per mille dell'imposta sul proprio reddito all'UniversitÓ di Catania. Tali fondi saranno destinati esclusivamente all'attivazione di nuove borse di studio per gli studenti, ad assegni di ricerca aggiuntivi per i giovani laureati e al finanziamento di nuovi posti di ricercatore.

Per destinare il tuo cinque per mille a favore del diritto allo studio e della ricerca scientifica, al momento della compilazione della dichiarazione dei redditi (o sul Cud), firma la casella 'Finanziamento della ricerca scientifica e della universitÓ' e indica il codice fiscale dell'UniversitÓ di Catania 02772010878.