In breve
Teatro Stabile di Catania

Scuola d'Arte Drammatica 'Umberto Spadaro'

Ad ottobre le selezioni per l'ammissione al nuovo corso

 
 
31 ottobre 2011
Scuola-Spadaro.jpg
CATANIA - Si svolgeranno a partire dal mese di novembre 2011 le selezioni per l'ammissione alla Scuola d'Arte drammatica "Umberto Spadaro", da oltre quarantacinque anni fiore all'occhiello del Teatro Stabile di Catania. Selezioni che permetteranno ad un numero chiuso di talenti di accedere al nuovo corso triennale. Tantissimi i giovani dai 18 ai 26 anni che stanno già presentando la domanda per sostenere le prove di ammissione; E tantissime le richieste di informazioni che giungono quotidianamente alla posta elettronica e al centralino dello Stabile. Per venire incontro a queste esigenze, il termine ultimo per le domande alle suddette selezioni è stato perciò fissato al 31 ottobre 2011.

"La formazione - sottolinea il direttore dello Stabile Giuseppe Dipasquale,  che è anche direttore della scuola- rappresenta per lo Stabile un settore fondante della nostra attività. Intendiamo perciò dare nuovo slancio alla "Umberto Spadaro", tra le più antiche e prestigiose scuole d'arte drammatica annesse ai Teatri Stabili". Per frequentare la scuola di teatro, le cui selezioni   propedeutiche  inizieranno nel mese di dicembre 2011, è necessario infatti aver conseguito il diploma di scuola media superiore.

Fondata nel 1966 da Mario Giusti, storico direttore dello Stabile etneo, la scuola "Umberto Spadaro" è finalizzata al raggiungimento di articolati obiettivi che contemplano la formazione professionale di giovani attori ed operatori teatrali, come la promozione della ricerca e della sperimentazione nell'ambito della cultura teatrale e dello spettacolo.

E' prevista una tassa di iscrizione per ogni anno. La frequenza è gratuita ma obbligatoria. L'insegnamento è suddiviso in quattro aree disciplinari: attore-personaggio; cultura teatrale; voce-suono-musica; corpo-spazio-movimento.

Coordinatore e responsabile didattico della scuola è Ezio Donato  che v'insegna anche Recitazione  e Antropologia teatrale e psicologia dell'attore. Fra i docenti, che da anni collaborano come artisti e studiosi alle produzioni e alle varie attività dello Stabile etneo, è prevista la presenza di numerosi visiting professor italiani e stranieri d'altissimo livello artistico e culturale.

Moltissimi sono gli ex allievi ora professionisti affermati in campo nazionale come attori, registi, e operatori teatrali, oltre a quelli numerosissimi che di anno in anno partecipano alle produzioni catanesi; fra i primi Leo Gullotta e Mariella Lo Giudice che, pur avendo iniziato come giovani attori qualche anno prima che si aprisse la scuola, perfezionarono la loro formazione con l'insegnamento del grande maestro Giuseppe Di Martino che diresse la scuola fino agli anni '90. E ancora Giuseppe Dipasquale, oggi direttore dello Stabile, Rita Gari, oggi sovrintendente del Teatro Massimo Bellini, lo stesso Ezio Donato, Miko Magistro, Fulvio D'Angelo, Angelo Tosto, Mimmo e Margherita Mignemi, Walter Manfrè, Alessandra Costanzo, David Coco, Donatella Finocchiaro e Barbara Tabita affermati attori anche nel cinema, e tanti altri.