In breve
Orto botanico

Presentazione del volume 'Il carretto' di Allotta


 
 
17 aprile 2010
ob allotta[1].jpg
All'insegna della sicilianità, della convivialità e, non ultima, dell'eleganza si è svolta mercoledì 14 aprile la presentazione del libro "Il carretto" di Gaetano Allotta.
Quest'ultimo, uomo dalle mille risorse intellettuali, ha ricoperto l'incarico di Intendente di Finanza, giornalista pubblicista, è impegnato nella tutela dell'ambiente e dell'archeologia marina. Ha  svolto un'intensa attività saggistica e ricevuto importanti riconoscimenti, tra cui il Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri (1983), il Global 500 Roll of Honour delle Nazioni Unite (1989), il Premio Taormina per le Arti e le Scienze (1993), il Melvin Jones Fellow del Lions International ed il premio per "Una vita dedicata al mare" dell'Istituzione dei Cavalieri di S. Stefano (2006).
Allotta è socio ordinario della Società siciliana per la Storia patria di Palermo, Membre de la société internationale des historiens de la méditerranée ed Ispettore onorario dei Beni culturali. "Il carretto" è l'ultima delle sue fatiche letterarie. L'autore rappresenta la materia con competenza e ampiezza d'informazione.

ob carretto1.jpg
La serata è stata presentata e coordinata da Luisa Trovato, addetta alla comunicazione per l'Orto botanico. Dopo i saluti del direttore dell'Orto Botanico catanese Pietro Pavone, del generale Ignazio Gibilaro - comandante della Guardia di Finanza di Catania - e di Osvaldo S. Bresmes, rettore del Convitto Nazionale "Mario Cutelli" di Catania, è intervenuto il presidente del Centro di informazione ed educazione ambientale dell'Università di Catania (Criea) Vincenzo Piccione, che ha relazionato su rilevanti questioni ambientali ed attività del centro.

ob carretto2.jpg
A presentare il libro è stato il critico letterario Gaspare Agnello, che ha realizzato un passepartout, creando uno spazio immaginario di sicilianità e mondo contadino, ripetendo le memorie di un mestiere antico e le terminologie di un quadro che racchiude la pittura del carretto, vera opera d'arte isolana. Ha chiuso la manifestazione Salvatore Paladino - direttore dell'Istituto incremento ippico della Regione Sicilia - che ha offerto una carrellata di notizie sull'evoluzione dei mezzi nel tempo, riferendo alcuni preziosismi su carri e carrozze. Lo staff del Criea ha realizzato un collage delle immagini presenti nel libro di Allotta, divenuto proiezione elogiativa dell'opera "Il carretto".

ob carretto 3.jpg
La serata ha previsto, inoltre, il riconoscimento ufficiale - una serigrafia dell'opera pittorica di Pina Mazzaglia - da parte del direttore dell'Ist. Incremento Ippico di Catania al Quintetto "J.Ibert" di Catania e a Giusy Belluomo, per la partecipazione al progetto "Ipotesi di contemporaneo nel solstitium di primavera" dell'Associazione Polena, tenutosi nella sede museale di Palazzo Duchi di Santo Stefano di Taormina.
Infine, all'esterno, sotto i riflettori di un colonnato illuminato, si è esibito il gruppo di musicanti  dell'Associazione Culturale "Carretti di Trecastagni", che, nel momento della performance artistica, ha coinvolto i partecipanti in un vortice di melodie e di danza siciliane. L'evento è stato collaborato e patrocinato dall'Istituto Incremento Ippico della Regione Siciliana, dall'Orto Botanico di Catania e dal Criea e dall'Associazione Polena.